La tiroide e i legami con cuore, fertilità e umore

Salute
martedì 21 maggio 2019

La tiroide e i legami con cuore, fertilità e umore

La tiroide è una ghiandola che va tenuta strettamente sotto controllo. Persino valori quasi normali della tiroide possono essere causa di disturbi di vario genere. “Per monitorare le forme sub-cliniche è necessaria una sensibilità particolare anche perché alcuni (circa il 5%) sono destinati a trasformarsi in ipotiroidismo entro un anno. Sono bandiere rosse che sventolano ma che spesso sono ignorate anche a causa di un dibattito acceso sull'opportunità di trattamento" spiega il Professor Andrea Giustina, Presidente della Società Europea di Endocrinologia (fonte: Ansa Salute)

Alterazioni ai limiti della norma si riscontrano nel 5-10% della popolazione.

Tiroide e cuore - il cuore è un bersaglio tipico delle alterazioni tiroidee. Un eccesso di ormoni determinano un aumento del ritmo cardiaco, un fattore di rischio per la Fibrillazione Atriale,in cui il rischio che placche aterosclerotiche possano staccarsi dai vasi e raggiungere il cervello provocando un ictus è più elevato. Studi recenti confermano il legame fra tiroide e cuore: ipertensione, arterie ostruite, rischio di angina.

Tiroide e Fertilità - il ruolo di questa ghiandola nella fertilità femminile è spesso sottovalutato. Questo porta talvolta ad un allungamento dei tempi della diagnosi di ipotiroidismo e a ricorrere a tecniche di fecondazione assistita che non sarebbero necessarie. Diversi disturbi tiroidei interessano 1 donna su 10 ma il 60% non è consapevole di avere un problema e quindi non riceve un trattamento adeguato" spiega la Dottoressa AnnaMaria Formenti Specialista in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, UniversitàVita e Salute San Raffaele.

Tiroide e disturbi dell’umore - secondo uno studio italiano nel 63,5% dei pazienti con ipotiroidismo vi sono sintomi depressivi. La terapia sostitutiva non sempre è sufficiente a ottenere una totale remissione dei disturbi dell'umore. Disforia, ansia, irritabilità, labilità emotiva e compromissione della concentrazione sono sintomi neuropsichiatrici che si verificano in casi di ipertiroidismo o tireotossicosi. Tuttavia, i pazienti anziani possono presentarsi in uno stato che imita un disturbo depressivo con apatia, letargia e pseudodemenza. Disturbi d'ansia sono stati riscontrati in circa il 60% dei pazienti ipertiroidei, mentre i disturbi depressivi si sono verificati nel 31-69%" conclude il Professor Giustina. 

Torna all'archivio