Il girello: va bene ma senza esagerare

Salute
giovedì 5 ottobre 2017

Il girello: va bene ma senza esagerare

Il girello è una struttura variamente rigida, anche se la maggior parte dei modelli sono pieghevoli e, quindi, non proprio rigidi, dotato di un certo numero di ruote e di un sedile in grado di accogliere il bambino fino ad un certo peso (stabilito dal produttore) a partire dall'età in cui si è in grado di mantenere la posizione seduta, circa 6 mesi.

L'American Academy of Pediatrics (AAP) vorrebbe proibire la vendita del girello. Questo perché sembra che l’uso di questo ausilio non favorisca la deambulazione ma, in seguito ad utilizzo prolungato, la ritardi. Secondo l'AAP provocherebbe un ritardo globale dello sviluppo del bambino, ma probabilmente solo in casi estremi; il suo utilizzo, infatti, dovrebbe essere limitato a non più di 20 minuti consecutivi. L'idea diffusa che il girello favorisca la deambulazione deriva dalla vista del bambino in posizione più eretta e dal movimento delle gambe che pedalando gli permettono di muoversi.

E’ inutile creare allarmismi, tuttavia potremmo pensare di integrare il girello con l’utilizzo di stimolanti centri di attività: le palestrine, che possono essere utilizzati sia isolatamente che posti all'interno del box, che invece stimolano lo sviluppo motorio del bambino in sicurezza.

Torna all'archivio