Bambini: chi gioca all’aperto è a minor rischio miopia

Salute
giovedì 13 luglio 2017

Bambini: chi gioca all’aperto è a minor rischio miopia

 

Viva i giochi all'aria aperta per i nostri bambini, soprattutto nella bella stagione. Stare all'aria aperta fa bene anche agli occhi. Sulla salute oculare dei bambini, secondo un recente studio, influisce positivamente il gioco fuori casa.

Lo studio condotto da un gruppo di ricercatori olandesi, coordinato da Caroline Klaver dell’Erasmus Medical Center di Rotterdam, e pubblicato dal British Journal of Ophtalmology, ha preso in esame un campione di oltre 5700 bambini. Ed ha puntato a verificare la frequenza della miopia nei più piccoli ed eventuai fattori scatenanti. 

A 6 anni il campione dei bambini è stato sottoposti ad un accurato esame medico e si è scoperto che i miopi si attestavano al 2,4%.

I bambini affetti da miopia sono quelli che hanno trascorso meno tempo all’aria aperta, avevano livelli di vitamina D più bassi, un indice di massa corporea superiore e avevano praticato meno sport.

A questi fattori se ne aggiungono anche altri, come l’origine non europea, il basso livello di istruzione della madre e la famiglia a basso reddito.

I ricercatori segnalano che lo stile di vita potrebbe concorrere all’aumento di questo rischio. Manca nell’analisi realizzata un riferimento alla miopia dei genitori, “un fattore di rischio ben noto”, come sottolineano gli stessi autori.

“Lo stile di vita nei primi anni di vita è molto spesso associato allo sviluppo della miopia – spiega Klaver, principale autore dello studio -. Non stare fuori e fare lavori vicino alla fonte di luce aumenterà molto questo rischio”. “Le differenze nella miopia riscontrate tra diversi gruppi etnici – dice Jeremy Guggenheim, professore di optometria alla Cardiff University, nel Regno Unito, non coinvolto nello studio – potrebbero in effetti essere dovute ai diversi stili di vita tra i gruppi etnici. Questo studio e altri recenti lavori suggeriscono che lìeffetto di prevenzione del tempo trascorso all’aria aperta sia vantaggioso anche prima, tra i 3 e i 6 anni”.

E anche se lo studio non individua cause specifiche per la miopia, “i fattori di rischio individuati concordano con quello evidenziati negli ultimi anni”, conclude Guggenheim. Risultati che devono far riflettere soprattutto i genitori anche sul tipo di giochi da proporre ai propri bambini nel tempo libero. Meno smartphone e tv e più giochi con la palla, altalena, biciclette e tanto altro!

Torna all'archivio