Alimentazione e sport per prevenire l'influenza 2018

Salute
giovedì 19 ottobre 2017

Alimentazione e sport per prevenire l'influenza 2018

Mattina e sera le temperature scendono un po’, ma questo autunno sarà tutto sommato ricordato come decisamente mite. Gli sbalzi termici che avvertiamo, tuttavia, nel corso della giornata stanno diffondendo primi sintomi simil-influenzali.

Il picco dell’influenza si attende a dicembre, anche se in circolazione ci sono già i suoi ‘virus cugini’ che mietono le prime vittime.

“Per la stagione 2017-2018 sono previsti dai 4 ai 5 milioni di casi di influenza oltre agli 8-10 milioni di sindromi provocate da altri virus respiratori: una epidemia, quindi, di media entità. Avremo un solo nuovo virus in circolazione, il H1N1 pdm 09 (A/Michigan/45/2015), una variante similare ai virus dell’anno scorso” afferma Fabrizio Pregliasco, virologo e ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli Studi di Milano e Direttore Sanitario IRCCS Galeazzi di Milano.

“Tanto dipenderà anche dal meteo: se questo inverno dovesse essere più lungo e freddo sicuramente si avranno molti più pazienti influenzati. Se, al contrario, l’inverno fosse più mite, saranno invece i virus ‘cugini’ dell’influenza, quelli chiamati virus parainfluenzali, a essere avvantaggiati”.

Per cercare di proteggerci al meglio è bene seguire una alimentazione sana e mangiare.

“Trattandosi di una malattia di tipo virale e molto contagiosa – spiega Manon Khazrai, docente di Scienza dell'Alimentazione Campus Bio-Medico di Roma - l’alimentazione non può prevenire l’influenza, ma può sicuramente aiutare il sistema immunitario a renderci più forti. Serve un’alimentazione ricca in frutta e verdura, contenenti vitamina C, A e sostanze antiossidanti”.

Via libera a cibi come lo yogurt ricco in probiotici, ma anche zenzero e tè all’aglio. Spezie ed erbe aromatiche sono alleati della salute. “Lo zenzero e l’aglio – prosegue l’esperta - sono noti per le proprietà antiinfiammatorie, così come alcune spezie come la curcuma”.

La fitoterapia consiglia di usare anche a crudo magari preparando una specie di tè all’aglio da addolcire aggiungendo un po’ di miele.

Se i nostri figli sembrano  poco inclini a mangiare gli alimenti sani, può essere utile portare in tavola le verdure ben mescolate con altri alimenti come il riso o la pasta, la carne per renderli più appetibili.

Altra regola da non sottovalutare riguarda l’idratazione. Stimoliamo i nostri bambini a bere anche per ridurre i rischi di tosse.

Infine, fare sport con costanza può aiutare a prevenire l’influenza. Lo sport può migliorare o ridurre le difese immunitarie dell'organismo e, di conseguenza, diminuire o aumentare la probabilità di contrarre malattie da raffreddamento come influenza, raffreddore, tosse e mal di gola.

Per il trattamento di sintomi parainluenzali come tosse e raffreddore puoi usare gli aerosol. Scopri le offerte KukupaNEW 

Torna all'archivio