Pronti, partenza, vacanze!

domenica 26 giugno 2016

Pronti, partenza, vacanze!

Non importa quanto sia lunga la distanza che dovrete percorrere per giungere sul luogo di vacanza prescelto. Importa rispettare SEMPRE le regole della strada che riguardano i bambini a bordo dell’auto.

Sin dai primi giorni di vita è fondamentale utilizzare i sistemi di ritenuta in auto: seggiolini, navicelle e alzabimbi. 

Il Codice della Strada prevede che i bambini con meno di 12 anni d’età e fino a 1 metro e 50 d’altezza viaggino agganciati a uno di questi sistemi omologati e adatti al loro peso e alla loro statura. Dopo i 12 anni (o se il bimbo avrà già raggiunto il metro e mezzo di altezza) andranno bene le normali cinture di sicurezza.

Rispettare i sistemi di sicurezza previsti dalla legge ha vantaggi indubbi sulla sicurezza del bambino. 

I bambini spesso fanno capricci, ma è consigliabile abituare sin da subito i bimbi a stare al loro posto in auto. In ballo c’è la loro salute e sicurezza.

«Il bambino non deve mai viaggiare in braccio ai genitori ma sempre su seggiolini omologati, certificati e fissati ai sedili, in senso contrario a quello di marcia fino a 6 mesi», ricorda la dottoressa Paola Marangione, primario di Neonatologia e Patologia Neonatale dell’ospedale Humanitas San Pio X.

Un incidente potrebbe costare caro se si porta un bambino libero sui sedili posteriori, in quanto potrebbe essere facilmente sbalzato in avanti, se non proprio fuori dall’auto, o addirittura in braccio accanto al guidatore sul sedile anteriore. 

Pensiamoci prima che accadano le tragedie. Di storie di incidenti sulla strada, soprattutto nel periodo delle vacanze estive, ce ne sarebbero tantissime da raccontare. Se qualche danno anche permanente si potesse evitare, perché non provarci? 

Il ministero dei Trasporti segnala che, purtroppo, meno del 50% usa i seggiolini in auto: più attenti i genitori al Nord (60%) che al Sud e nelle isole (circa il 17%).

Per favorire la permanenza in auto quando fa molto caldo è utile

- non esagerare con l'uso dell'aria condizionata

- dotare i seggiolini di copriseggiolini traspiranti che riducano la sudorazione

- utilizzare dei cuscini per il collo, quando il bambino dorme

- rispettare tempistiche e abitudini dei piccoli, magari facendo qualche pausa in più per fare uno spuntino, allattare, procedere con il cambio pannolino, coccolarli un po', far sgranchire un po’ le gambe. Ma solo nelle aree di sosta, o comunque da fermi, la mamma o chi per lei dovrà prendere i lattanti in braccio.

Torna all'archivio