Gambe gonfie in gravidanza

Gravidanza
giovedì 13 luglio 2017

Gambe gonfie in gravidanza

 

La ritenzione idrica e gli edemi sono alcuni degli inconvenienti che, in determinati casi, possono risultare particolarmente fastidiosi durante la gravidanza.

A seguito di una serie di cambiamenti ormonali si manifesta, a volte sin dai primi mesi, per diminuzione del tono muscolare della circolazione venosa e linfatica, per compressione da parte del feto dei vasi linfatici profondi del ventre o per una occasionale perdita di albumine.

Questo provoca un minor drenaggio dei liquidi interstiziali che si depositano tra i muscoli e la pelle, soprattutto a carico degli arti inferiori per la difficoltà dei vasi linfatici dell'addome di drenare verso l'alto la linfa.

Quando si manifestano?

Si presentano soprattutto durante l’ultimo trimestre di gestazione perché l’utero, aumentato di volume, preme sui vasi linfatici addominali, ostacolando in questo modo il ritorno linfatico.

Come comportarsi?

L’alimentazione riveste un ruolo davvero importante per la prevenzione e la cura dei gonfiori. Una dieta appropriata è infatti il primo passo per combattere edemi anche molto diffusi.

Il drenaggio linfatico manuale permette di drenare la linfa presente tra i muscoli e la pelle, eliminando edemi e gonfiori.

L’uso di presidi elasto-compressivi migliora la sintomatologia. 

Torna all'archivio