Bambini: come curare i loro occhi

lunedì 10 ottobre 2016

Bambini: come curare i loro occhi

Gi occhi sono un organo importantissimo ed è fondamentale prendersene cura fin da piccoli. Per questa ragione i medici dell’Ospedale Bambino Gesù forniscono 10 consigli utili per i genitori.

1) Visita specialistica ad 1 anno: i bambini che non hanno subito particolari problemi alla nascita e la cui mamma ha avuto un normale iter di gravidanza, dovrebbero sottoporsi ad un controllo alla vista al primo anno. E’ l’occasione per ricercare eventuali anomalie o problematiche che, se riconosciuti in tempo e trattati adeguatamente, non creeranno deficit gravi nel futuro oftalmologico del bambino.

2) La prima “vera” visita oculistica a 3 anni: a questa età è possibile misurare la vista dei bambini utilizzando tavole di lettura (ottotipi) studiati appositamente per loro.

3) In assenza di difetti visivi e di anomalie anatomiche, le visite successive, sempre su indicazione dell’oculista, andranno ripetute a 6 anni e poi ogni 1-2 anni.

4) Se il bambino soffre di occhi rossi è bene ricorrere al parere di un medico che, stabilita la diagnosi, identificherà la terapia giusta per il bambino.

5) I moderni schermi di televisivi, tablet e computer, non sono nocivi per l’apparato visivo, né sono responsabili di eventuali abbassamenti della vista.

6) Non lasciare i bambini a lungo davanti a schermi luminosi: i bimbini devono trascorrere un tempo adeguato davanti a schermi collegati a sistemi ad alta frequenza (come le console), stando a una distanza di almeno 2-3 metri, in un ambiente non eccessivamente oscurato.

7) Gli occhialini 3D non sono pericolosi

8) Le lacrime impediscono la disidratazione delle membrane degli occhi, lubrificandoli e mantenendoli umidi, dunque fanno bene alla vista dei bambini. La lacrima deve essere limpida e priva di secrezioni. In mancanza di lacrime vere, sarebbe buona norma, per chi soffre di secchezza o bruciore degli occhi, usare lacrime artificiali, per mantenere trasparente la superficie oculare.

9) Ci sono cibi “amici” della vista: quelli ricchi di vitamine come la frutta e la verdura. In particolare gli agrumi, le carote, l’albicocca, il melone e la zucca; il cioccolato extra fondente, ricco di flavonoidi, che sono degli antiossidanti preziosi per gli occhi e possono tonificare la cornea e il cristallino; le cipolle, che contengono lo zolfo, che rende più forti i nostri occhi; i mirtilli, gli spinaci, così come tutte le altre verdure a foglia verde scuro, carichi di sostanze come la luteina e la zeaxantina.

10) Gli occhi dei bambini vanno protetti dai raggi ultravioletti A e B. Si raccomanda l’uso di occhiali da sole, acquistati da un ottico o da un rivenditore autorizzato, poiché gli occhiali devono essere sicuri e progettati nel rispetto dei requisiti di sicurezza (direttiva comunitaria 89/686/CEE).

Torna all'archivio