I bambini sanno usare sempre meno la penna

Altro
martedì 27 febbraio 2018

I bambini sanno usare sempre meno la penna

Il touchscreen è una tecnologia molto comoda che si sta imponendo grazie a smartphone e tablet. Ma l’abuso in età pediatrica può avere ripercussioni sotto tanti punti di vista, come l’aumento dell’incidenza della miopia, è anche alla base della crescente difficoltà di tenere penne e matite in mano.

Sempre più bambini, infatti, non riescono a imparare a scrivere a scuola perché non possono spostare la penna con precisione. Ed imparare a scrivere aiuta molto l'apprendimento.

E’ questo l’allarme lanciato dai pediatri: l’abuso di touchscreen impedirebbe ai muscoli delle dita dei bambini di svilupparsi a sufficienza per consentire ai piccoli di tenere una matita correttamente, dicono i pediatri.

"I bambini che oggi vanno a scuola non hanno più nelle mani la forza e la destrezza che avevano i bambini di dieci anni fa - ha detto Sally Payne, una terapista pediatrica che lavora presso la fondazione NHS Trust di Heart of England - I bambini a scuola ricevono una matita ma non sempre sono in grado di tenerla perché non hanno le abilità fondamentali del movimento. Per essere in grado di afferrare una matita e spostarla, è necessario un forte controllo dei muscoli sottili delle dita. I bambini hanno bisogno di molto esercizio per sviluppare quelle capacità"

Altro problema è che i giochi manuali, utili a rinforzare i muscoli della mani, sono sempre meno proposti ai bambini. E’, infatti, più semplice dare a un bambino un iPad piuttosto che giocare con lui con giochi manuali (costruzioni, giochi con le corde, la colla, i colori, i chiodini), che consentono di rinforzare i muscoli delle mani e degli arti.

In Inghilterra molte scuole stanno invitando le famiglie a sottoporre i propri figli a sedute di fisioterapia per aiutare i bambini a sviluppare la forza necessaria (nell'indice soprattutto, ma non solo) per tenere una matita nella giusta presa.

Torna all'archivio